dama

dama
"LA GRAZIA DELLE ROSE"
© THE GRACE OF ROSES
© Poèmes et Pensées sous la forme de la Rose

© Grazia Adamo Giovannetti - ALL RIGHTS RESERVED





Please NOTE

Contact and Photo information

If you enjoy the pictures I've found, please link back directly to the post that you found them in so credit for photo will not be lost.
Careful use and acknowledgment is very much appreciated. Thank you!

I'll be very pleased if you mention my blog when you wish to copy - for personal and private use only - verses or image. Thank you and Welcome
http://www.cadellerose.blogspot.com/
Photos are the property of and copyrighted by their contributor.

© All rights reserved. Usage, reproduction or altering of artwork is not permitted. Each piece of artwork is an intellectual property and is protected by the copyright law.

I often find photos from unknown sources and do not purposefully infringe on Copyrights. If I have violated a copyright of yours, please let me know,
and I will happily give you credit or remove it.
Thanks for sharing.

N.B.
I diritti su questo blog sono riservati come da legge sul Diritto d'Autore
Nessuna parte può essere riprodotta in alcun modo.
RIPRODUZIONE RISERVATA.
E' vietata la riproduzione totale e/o parziale
Immagini, testi, contenuti e marchi citati in queste pagine sono

© copyright dei rispettivi proprietari.
Per uso esclusivamente personale e privato è possibile condividere testi e/o immagini - non soggetti a copyright - del presente blog e citarne la fonte.
Ringrazio ciascuno di voi e vi auguro giorni lieti

sito internet di Ca' delle Rose

sito internet di Ca' delle Rose
© ALL RIGHTS RESERVED - RIPRODUZIONE RISERVATA - www.cadellerose.org è il sito internet di Ca' delle Rose, Giardino Roseto BioDinamico

img-la-rose

La rose, ce qu’on dit et ce qu’on pense

domenica 10 dicembre 2017

Buon Natale!

Se in te semplicità non fosse, come
T’accadrebbe il miracolo
di questa notte lucente? Quel Dio,
vedi, che sopra i popoli tuonava
si fa mansueto e viene al mondo in te.
Più grande forse lo avevi pensato?
Se mediti grandezza: ogni misura umana
dritto attraversa ed annienta
l’inflessibile fato di lui. Simili
vie neppure le stelle hanno.
Son grandi, vedi, questi re;
e tesori, i più grandi agli occhi loro,
al tuo grembo dinanzi essi trascinano.
Tu meravigli forse a tanto dono:
ma fra le pieghe del tuo panno guarda,
come ogni cosa Egli sorpassi già.
Tutta l’ambra imbarcata dalle terre più remote,
i gioielli aurei, gli aromi
che penetrano i sensi conturbanti:
tutto questo non era che fuggevole
brevità: d’essi, poi, ci si ravvede;
ma è gioia – vedrai – ciò che Egli dà.

La nascita di Gesù, Rainer Maria Rilke


www.cadellerose.org


La buona novella

Splendete più belle
dolcissime stelle!
Sull’ali dorate
un angelo santo
ci porta Gesù.
È nuovo il suo canto:
Sia pace quaggiù!

immagine via Pinterest

Bacche di rosa

...tu di bacche brillerai nel lutto
del grigio inverno; al rifiorir dell'anno
i fiori nuovi a qualche vizzo frutto
sorrideranno:

e te, col tempo, stupirà cresciuta
quella che all'alba svolta già leggiera
col suo stornello, e risalirà muta,
forse, una sera.

Rosa di macchia, Giovanni Pascoli


























La biodinamica è un’agricoltura del dare.
Si coltiva portando fertilità alla terra, aumentando la biodiversità e arricchendo il paesaggio, per nutrire gli esseri umani con cibo sano e vitale.
A Natale si festeggia il dono in modo particolare, un dono che può essere materiale ma anche denso di significati non tangibili e molto importanti per la vita dell’essere umano.
Un modo in cui possiamo portare un nostro dono alla terra che ci sostiene e ci nutre è distribuire il preparato biodinamico cornoletame.
Questo invito non è finalizzato alla coltivazione vera e propria, è più legato alle forze interiori che ci aiutano ogni giorno a portare avanti i nostri propositi.
L’obiettivo è di entrare nelle profondità del significato di coltivare la terra e congiungersi con tutti quelli che lo fanno con solide motivazioni interiori .
Questo è molto importante per dare senso al lavoro di ogni giorno durante l’anno anche quando ci sarà molto altro a distrarci.
Sia che ci prendiamo cura di una grande azienda sia che ci prendiamo cura di un piccolo pezzetto di terra, ci possiamo organizzare per fare una dinamizzazione e distribuzione manuale del prearato cornoletame su tutta la superficie o su una piccola parte.
Se siamo lontani dai nostri terreni possiamo anche distribuirlo in giardino o ovunque ci sia un po’ di terra. Se poi riusciremo a farlo insieme ad altri sarà ancora più bello.
Si prendono 30-40 litri di acqua piovana e la si riscalda con il fuoco di legna o di gas.
In un contenitore di acciaio, di legno, di rame o di terracotta si dinamizzano 100 gr di 500k per 1 ora manualmente e poi entro un’ora si distribuisce.
Questo è il quantitativo necessario per 1 ha ma nulla toglie che ne facciamo di più o di meno.
Nei giorni 22- 29-30-31 dicembre e 2-5-6 gennaio ci sono delle condizioni particolarmente favorevoli per la distribuzione, ma il giorno ideale è quando noi abbiamo il desiderio di farlo. Sarà il giorno ideale perchè lo faremo con gioia e soddisfazione e scopriremo il risvolto importante del gesto di dare.
Lo scriviamo qui perchè possa essere un momento di unione per chi è vicino e per chi è lontano. Nelle giornate speciali che dalla vigilia di Natale si concludono con l’Epifania auspichiamo ci possa essere un momento in cui riserviamo un pensiero e un’azione al nostro rapporto con la terra. Questo momento può essere vissuto da ciascuno nel suo cuore ma condiviso nei pensieri e nell’azione con gli altri.
E’ anche il nostro augurio per Natale perchè ciascuno di voi possa viverlo con la serenità nel cuore e con il sorriso sul volto.


Il pettirosso

E' il piccolo pettirosso
che sfida l'inverno
e salta sul ramo di brina.

Parla alla gemma
del sole nel suo petto
e del vento di primavera
che sfiorerà la sua pelle. 
Giancarlo Cobite


immagine via www.christineheggli.tumblr.com

Buon giorno Mondo!

la Pace sia con te ...e con me



immagine via Tumblr
 

lunedì 20 novembre 2017

Buon Inverno a tutti!

...Orbene, allora accendete le stufe!
Lasciamo il giardino dormire nel soffice piumino di brina o di neve. Pensiamo ad altre cose; abbiamo il tavolo pieno di libri non letti, accingiamoci a farlo; abbiamo tanti altri progetti e preoccupazioni, affrontiamoli.
Buon Inverno ai giardini e
Buon Inverno agli amici ed agli appassionati giardinieri!


Rose a novembre

E' solo un'illusione ottica che il fiore in autunno appassisce giacchè in realtà nasce. La natura riposa mentre penetra impetuosamente più avanti. Il futuro è già qui, sotto forma di germoglio; è già tra noi.
Quanti semi germogliano segretamente; quante vecchie piante si raccolgono e si concentrano in una gemma viva, che un giorno esploderà in una vita fiorente;  se potessimo guardare il segreto formicolio del futuro tra noi, ci diremmo che la cosa migliore di tutte è essere una persona viva
ovvero una persona che cresce.
 
L'anno del giardiniere, Karel Capek 

 

In un mondo che sta cambiando: appuntamento annuale a Zelata di Bereguardo


Nuove mete spirituali in un mondo che sta cambiando
Quali valori per affrontare il futuro

25 – 28 gennaio 2018
Zelata di Bereguardo (PV)

Il momento che stiamo attraversando è complesso, difficile e crea spesso grande disorientamento. Ma tutti noi con le nostre scelte quotidiane siamo corresponsabili per la nostra epoca. Se è vero, quali valori sviluppare per una nuova sensibilità umana? Come sollecitare corde interne del pensare e del sentire che portino a una profonda riconsiderazione di sé e della propria vita?
Quali valori e quali forze interiori mettere in atto?
Volontà, veridicità, coraggio, coerenza, fiducia e fratellanza.

Il corso propone un tema di grande interesse e attualità. I relatori che interverranno sono capaci di dare stimoli e idee di approfondimento e di ricerca. Nelle giornate alla Zelata ampio spazio troveranno anche le attività artistiche – euritmia, disegno, canto corale, cesteria, cinema, un laboratorio di pedagogia e “salute” - che insieme all’ottima cucina a base di prodotti biodinamici e biologici, all’accoglienza semplice del luogo e delle persone che vi lavorano fanno di queste giornate di studio e di riflessione un evento speciale.
I relatori: Luigi Bellavita, linguaggio dell’immagine, Politecnico Milano, direttore rivista Antroposofia, Giulia Maria Crespi, ambientalista, Karl-Martin Dietz, economista, filosofo, fondatore dell’Istituto di Scienze della Cultura F. von Hardenberg di Heidelberg, Stefano Gasperi, medico e segretario generale Società Antroposofica in Italia, Don Antonio Loffredo, direttore delle Catacombe di Napoli, Emanuela Portalupi, medico antroposofico specialista in oncologia, ARESMA, Margherita Puliga, cantante professionista e musicovocalterapeuta, Salvatore Settis, archeologo e storico dell'arte, Accademico dei Lincei, Laura Maria Tedde, neuropsichiatra infantile, Salvatore Veca, filosofo, Carlo Triarico, presidente Associazione Biodinamica in Italia. Le attività artistiche sono a cura di: Luigi Bellavita, cinema; Malò Dal Verme, cesteria; Francesco Grazioli, disegno.
Il laboratorio di pedagogia e “salute”
è guidato da Laura Maria Tedde.
Il canto corale
è affidato alla guida di Margherita Puliga e l’euritmia mattutina
è tenuta da
: Sigrid Gerbaldo, euritmista terapeuta.
La serata artistica propone il concerto al pianoforte di Marco Arcieri uno dei più noti interpreti di Chopin. In cucina: Hermann Spindler

Il corso, organizzato dall’Associazione Biodinamica, è stato reso possibile grazie al contributo di: Cascine Orsine, EcorNaturaSì, dell’azienda biodinamica Nuova Casenovole, azienda agricola Castello di Montalera e alla collaborazione delle associazioni ARESMA e SIMA
Il programma è pubblicato su www.biodinamica.org
Informazioni e iscrizioni: Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, via privata Vasto 4, 20121 Milano,  tel. 02 29002544 fax 02 29000692 – info@biodinamica.org . www.biodinamica.org
Nel catalogo della casa editrice Novalis numerose opere di Karl-Martin Dietz e di nuova pubblicazione il suo scritto Come nasce la comunità

Novembre

Fiorisce anche il fogliame: il fogliame autunnale giallo e purpureo, ruggine , arancione, rosso peperoncino, rosso sangue; e le bacche rosse, arancioni, nere, e brinate di azzurro; e il legno giallo, rossastro, chiaro dei rami nudi; ancora non siamo pronti. E quando ci copriamo di neve, ancora ci saranno gli agrifolgi verde scuro con i frutti rosso fuoco e i pini neri e i cipressi e i tassi; non c'è mai fine a questo. Vi dico che la morte non esiste; non esiste nemmeno il riposo. E' solo che cresciamo di periodo in periodo. Dobbiamo avere pazienza con la vita, giacchè è eterna.

L'anno del giardiniere, Karel Capek


Buon giorno Mondo!

la Pace sia con te
...e con me

immagine via Tumblr
 

lunedì 6 novembre 2017

il Concerto del Cuore

Ca' delle Rose segnala con piacere


CORSO SUL CALENDARIO BIODINAMICO PER USO AGRICOLO



Per le semine, i trapianti, le lavorazioni e le potature.
  
Sabato 18 e Domenica 19 Novembre 2017

Relatori PAOLO PISTIS ed ELENA ZARAMELLA

Saper cogliere i momenti propizi di intervento consente non solo di poter produrre meglio e di più, ma soprattutto di avere piante sane, forti e resistenti. Parleremo dei ritmi cosmici per tradurli in pratiche utili a chi coltiva. Cercheremo di trovare il giusto rapporto tra conoscenza e pratica agricola, attraverso una visione ampliata della Natura. Questo incontro è utile per chi coltiva un orto, cura un giardino, ha un piccolo frutteto o vigneto e per chi coltiva professionalmente la terra per ampliare le proprie conoscenze professionali. Le piante e il mondo vegetale sono strettamente correlati con i ritmi della Natura. Il mondo vegetale ha un legame invisibile con tutto ciò che lo circonda, sia vicino che molto lontano. Chi coltiva il proprio orto, il frutteto, il giardino e i propri campi può trovare utile e pratico inserire i propri lavori in sintonia con i ritmi terrestri e cosmici. Teoria e pratica.
Ogni lezione è propedeutica a quella successiva. Portarsi carta, penna e tanto buon umore. Nelle attività pratiche portarsi indumenti comodi da lavoro e di ricambio (scarpe e altro)

Presso la sede della Fondazione LE MADRI a Rolo (RE), in via Porto n. 4

PROGRAMMA E ORARI
 Sabato 18 Novembre 2017
Ore 9,00 - Arrivo dei partecipanti.
Ore 9,30 - Lezione: L’astro fondamentale in agricoltura è il sole. Come agisce il sole sulle piante. La diversità di suoli influenza la reazione agli influssi solari. Humus e influssi cosmici.
Ore 11,00 - Intervallo.
Ore 11,15 - Lezione: I ritmi delle piante scanditi dal cosmo: giornalieri, stagionali, annuali, pluriennali.
Ore 12,30 - Pausa pranzo.
Ore 14,30 - Lezione: I ritmi e i moti lunari e loro relazione con la crescita delle piante.
Ore 15,30 - Intervallo.
Ore 15,45 - Pratica: Esercizi per comprendere il movimento astronomico sul piano terrestre.
Esercizi per comprendere le relazioni tra il momento cosmico e le operazioni in campo.
Dialogo interattivo sulle questioni pratiche proposte dai partecipanti.
Ore 17,30 - Conclusione.
Ore 19:30 circa - Cena (per chi desidera restare in compagnia).

 Domenica 19 Novembre 2017
Ore 9,00 - Arrivo dei partecipanti.
Ore 9,30 - Lezione: Il caos sensibile del seme. Come indurre nel seme le forze di crescita e di qualità.
Ore 11,00 - Intervallo.
Ore 11,15 - Lezione: L’azione dei pianeti sul mondo vegetale. L’azione delle Costellazioni sul piano terrestre. Come far fluire nel suolo le forze utili alla coltivazione.
Ore 12,30 - Pausa pranzo.
Ore 14,30 - Pratica: Come seminare e trapiantare per far fluire le forze cosmiche. Bagno sementi e concia dei semi.
Ore 15,30 - Intervallo.
Ore 15,45 - Lezione: Indicazioni utili di meteorologia in base agli influssi cosmici.
Esercizi per comprendere il movimento astronomico sul piano terrestre.
Ore 17,30 - Conclusione

L’iscrizione è obbligatoria.
Per le iscrizioni inviare e-mail all’indirizzo info@fondazionelemadri.it comunicando nome, cognome e recapito telefonico.
Contributo per il corso 130 euro, da versare all’arrivo in sede.
Sarà attivo il servizio di ristorazione interna con prodotti biodinamici e biologici (menù fissi).
Vi preghiamo, per motivi organizzativi, di prenotare i pasti al momento dell’iscrizione via e-mail (pranzo e cena del sabato, e pranzo della domenica). Pasto 15 euro. Vi preghiamo inoltre di segnalare eventuali allergie, intolleranze, disturbi alimentari o altre esigenze. Queste informazioni sono necessarie poiché verranno serviti menù fissi.
Per motivi di tempo legati al rispetto del programma non sarà possibile preparare pietanze o altri piatti diversi dal menu di giornata.
Grazie per la collaborazione! 
Durante la giornata sono previste pause caffè.
Termine iscrizioni 11 Novembre 2017

E gli Angeli sanno il resto

Mi nascondo nel mio fiore.
Perché portandolo sul petto, Tu, -
senza saperlo porterai anche me.
E gli Angeli sanno il resto…






















immagine via Tumblr

Il novembre del giardiniere

Nei paesi novembre è un bel mese dell’anno:
ci sono le foglie colore di terra e le nebbie al mattino,
poi c’è il sole che rompe le nebbie. Lo dico tra me
e respiro l’odore di freddo che ha il sole al mattino.

 Estate di San Martino, Cesare Pavese


E' il tempo di vangare.
Sì, in novembre si deve rivoltare e rendere soffice il terreno;
riempire la vanga di terreno,
è una sensazione tanto gustosa e ghiotta ...come se riempiste una schiumaiola o un cucchiaio di buon cibo.
Il buon terreno è ecome il buon cibo, non deve essere né troppo grasso né troppo pesante né troppo freddo né troppo bagnato né troppo secco né troppo appicicoso né troppo duro né troppo friabile né troppo crudo;
dev'essere come il pane, come una focaccia, come una pasta lievitata;
si deve poter spargere ma non si deve sbriciolare;

 si deve rompere sotto la vanga ma non deve schioccare;
non deve formare né banchi né creste né lastre né bozzi, bensì, quando lo rivoltate a vanga piena, ha il piacere di respirare e di frantumarsi in zolle ed in terriccio granuloso.  Allora, questo sarà un terreno gustoso e commestibile, educato e raffinato, ventilato e morbido, insomma un buon terreno,
così come ci sono buone persone; e com'è noto,
in questa valle di lacrime non vi è niente di meglio.
Sappi, amico giardiniere, che in questi giorni d'autunno si 
può ancora trapiantare.

L'anno del giardiniere, Karel Capek
 

Buon mese di Novembre!

Buon Giorno Mondo! La Pace sia con Te
...e con me

 immagine via Tumblr
 

venerdì 20 ottobre 2017

Autunno...è té

Una tazza di té
è una tazza di pace
Soshitsu Sen XV


















immagine via Tumblr

L'ottobre del giardiniere

Si dice ottobre; si dice che la natura si prepara al sonno;
il giardiniere lo sa meglio e vi spiega che ottobre è un mese altrettanto buono quanto aprile. Perchè lo sappiate, ottobre è il mese della primavera, il mese della germogliazione e della gemmazione sotterranei, dello sbocciare nascosto,
dei germogli che si gonfiano; rastrellate il terreno solo un po' e troverete gemme formate e fragili germogli e avide radici...a nulla vale, la primavera è qui; allora esci, giardiniere, e pianta!

L'anno del giardiniere, Karel Capek


























Rose e rose d'autunno

Soprattutto è necessario fiorire.

 immagine via Tumblr

Delle bellezze dell'autunno

L'autunno è un'epoca fecondissima;
al confronto la primavera, è, per così dire, minuta;
l'autunno preferisce lavorare in grande scala.
 
L'anno del giardiniere, Karel Capek


























Buon giorno Mondo!

la Pace sia con te ...e con me

 immagine via Tumblr
 

mercoledì 11 ottobre 2017

Rose e dalie e bacche

In nessun altro momento come in autunno
la terra emana il suo profumo, un profumo di terra matura; un odore che non è in alcun modo inferiore al profumo del mare, più amaro dove si confonde con i sapori, e molto più dolce dove puoi sentirlo mentre sfiori i primi suoni.

Rainer Maria Rilke


























Beeh&Bee... Venerdì 13 ottobre

Ca' delle Rose segnala con piacere







  Se Son Rose
Emporio e Caffetteria

Castello di Cordovado